Archivio mensile:febbraio 2012

La passeggiata che ricarica il cellulare

[…] È TUTTO made in Italy ed è uno dei dispositivi più interessanti nel campo dell’energy harvesting, il processo per cui l’energia, proveniente da sorgenti alternative, viene catturata e salvata. Si tratta delle prime scarpe a recupero energetico, realizzate grazie a un’idea di quattro ragazze del liceo scientifico ‘C. Salutati’ di Montecatini terme, sotto la supervisione del Consiglio Nazionale delle Ricerche. […]

 

 

 

 

[…] E a Rotterdam nel 2008 è stata inaugurata la prima discoteca sostenibile al mondo, il Watt Sustainable Dance Club. La pista da ballo converte l’energia cinetica prodotta da chi danza in elettricità. Il pavimento infatti è composto da mattonelle che si muovono leggermente in verticale (non più di un centimetro) quando vi si balla sopra. […]

Dal sito Repubblica.it

Questo messaggio si autodistruggerà

Sembra il titolo di un messaggio tratto da un film come 007 o Mission Impossible, ed invece è solo un servizio offerto da OneShar.es

Riporto semplicemente la descrizione del servizio, utile a capire rapidamente il proprio scopo.

We share a lot of things in our daily lives — whether through social networks, email or IM. Sharing is natural. The problem arises when we share sensitive information with others.

We easily send emails with usernames, passwords or other important information to our friends, co-workers and clients without thinking. Its simple and quick to do and we tend to trust those we share this information with.

However, there are always digital traces left behind that we never think about. Consider this for a minute. You just emailed your wife the pin number to your ATM account. Was the emailed deleted or is it still in her inbox? Or how about the username and password to a new site you’ve just built for a client that was sent to them. Do they still have it sitting in their inbox?

This is how this site and mobile app was born. The ability to send private information to someone else and know that once they’ve read it, its deleted.

Tutto in pochi e semplici passi. Attraverso il link che verrà fornito da OneShar, si potrà comunicare il messaggio segreto al nostro destinatario, il quale verrà automaticamente ‘distrutto’ dopo la lettura.

Buona comunicazione segreta…Passo e chiudo.

Il tuo sorriso…

[…] Dura è la mia lotta e torno

con gli occhi stanchi,

a volte, d’aver visto

la terra che non cambia,

ma entrando il tuo sorriso

sale al cielo cercandomi

ed apre per me tutte

le porte della vita. […]

Il tuo sorriso di Pablo Neruda

Tra gli appunti di Crittografia

Notizia delle ultime ore, leggendo su Repubblica.it l’articolo:

Falla incrina crittografia web
“Tutta colpa di un algoritmo”

[…] Con un verdetto inatteso: non tutte le chiavi pubbliche generate automaticamente per dare la massima segretezza alle transazioni sono risultate sicure: analizzandone 7.1 milioni, circa 27 mila sono risultate non del tutto affidabili. La bassa percentuale di questi casi, lo 0,38%, del totale, fa si che il problema sia per ora lontano dalla stragrande maggioranza degli utenti (e forse anche dagli altri, considerando le infime probabilità di un attacco) ma il problema c’è. E va affrontato in fretta per garantire il 100 per cento della sicurezza, senza se e senza ma. […]

Per la lettura dell’articolo completo: http://www.repubblica.it/tecnologia/sicurezza/2012/02/15/news/falla_crittografia_web-29936177/

Un pezzo di nuvola: Amazon Cloud Drive

Ormai viviamo nei “tempi delle nuvole” ed ogni giorno ci affidiamo, senza rendercene conto, ai servizi offerti dai vari operatori.

Abbiamo sempre bisogno di spazio su disco, copie di backup e, sopratutto, di avere sempre con noi i documenti, la musica, le immagini delle vacanze, insomma ogni tipo di dato personale.

In molti utilizzano, ormai da tempo, il servizio Dropbox, che consente di utilizzare uno spazio pari a 2Gb in maniera gratuita; pochi minuti, una semplice registrazione, il download veloce dell’applicativo da installare sul proprio computer, ed ecco che tutto è a portata di mouse e pronto all’utilizzo immediato.

Navigando nelle ultime settimane, sono venuto a conoscenza di un servizio molto più efficiente: Amazon Cloud Drive.

Il colosso Amazon, ormai conosciuto per i suoi innumerevoli servizi, nella sua nuova sezione Cloud Drive mette a disposizione 5Gb di spazio web gratuito. Per utilizzarlo serve solamente un account Amazon italiano o americano, si effettua il login e si entra all’interno del nostro spazio web.

In questo modo potrete accedere al vostro pezzo di nuvola da qualsiasi computer, in modo veloce, gratuito e sicuro.

Per scoprire maggiori informazioni ed utilizzare subito il servizio, basta collegarsi a questo indirizzo: http://www.amazon.com/clouddrive/learnmore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: