Archivio mensile:agosto 2012

Dal blog “The Document Foundation”

News also comes from the Regione Umbria, the first Italian region to recognize and support ODF in 2007, that has just announced a migration project to LibreOffice, which will start in autumn and involve 5,000 desktops in different organizations. The migration project has launched a blog in Italian at http://libreumbria.wordpress.com/

La notizia ufficiale la trovi qui

La migrazione del Comune di Bologna

La migrazione del Comune di Bologna è stata svolta nel 2009.

Il passaggio ad OpenOffice ha coinvolto 3600 pc, 65 sedi e circa 600 applicazioni.

L’articolo su Joinup

Documento sulla migrazione ad Open Office del Comune di Bologna

View original post

La migrazione degli ospedali di Copenhagen

L’esperienza di migrazione del gruppo di tredici ospedali di Copenhagen avvenuta nel 2011.

Circa 25mila dipendenti sono passati a LibreOffice, con un risparmio superiore ai 5 milioni di euro.

Risulta essere la terza migrazione per grandezza in Europa.

L’articolo su Joinup

View original post

Ubuntu: Installare LibreOffice 3.6 da PPA Ufficiali

Nel post Ubuntu: Installare LibreOffice 3.6.0 da PPA abbiamo visto come installare LibreOffice 3.6 su Ubuntu 12.04 LTS tramite PPA “non ufficiali”

Oggi, invece, lo installeremo tramite PPA Ufficiali di LibreOffice su Ubuntu 12.04 LTS.

Per prima cosa apriamo un terminale e procediamo con la rimozione della vecchia versione:

sudo apt-get purge libreoffice*

sudo apt-get autoremove

In seguito aggiungiamo i PPA al nostro Ubuntu 12.04, installando anche la lingua in italiano:

sudo add-apt-repository ppa:libreoffice/ppa

sudo apt-get update

sudo apt-get install libreoffice libreoffice-gnome libreoffice-l10n-it

In questo modo avremo LibreOffice 3.6 e tramite il PPA Ufficiale LibreOffice, il nostro sistema sarà sempre aggiornato!

Twitter formalizzerà l’ingresso in The Linux Foundation

Chris Aniszczyk – responsabile dell’open source per Twitter – sarà alla LinuxCon North America 2012 di San Diego, in California, per un intervento dal titolo The Open Source Technology Behind a Tweet: con l’occasione sarà formalizzato l’ingresso della società in The Linux Foundation, ufficiosamente già annunciato. Aniszczyk sostiene che Linux sia fondamentale per l’infrastruttura della tecnologia di Twitter, grazie all’abilità di essere pesantemente modificato e la società possiede alcune decine di migliaia di server con Linux.

FONTE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: