Archivi categoria: Archiviazione

ownCloud 2012 su Ubuntu Server 10.04 LTS

Oggi andremo ad installare ownCloud Server, per creare una rete Cloud personale.

Come requisito necessita di PHP, di un database (MySQL o PostgreSQL) e di un web server (Apache).
Per l’installazione degli elementi appena elencati, rimando al post Server: Installare Apache, MySQL e PHP

Scarichiamo l’ultima versione di ownCloud da:

http://owncloud.org/go/download/owncloud-download-3-0-2

e lo copiamo sul nostro server tramite terminale:

sudo scp owncloud-3.0.2.tar.bz2  utente@indirizzo.ip.del.server:/home/utente

Ora ci spostiamo sul server, siamo posizionati nella home dell’utente, e diamo:

sudo tar xvf owncloud-3.0.2.tar.bz2
sudo mv owncloud/ /var/www/
sudo chown -R www-data:www-data /var/www/owncloud/

Se questo primo passaggio è andato a buon fine, possiamo vedere che, aprendo un browser di un pc che si trova all’interno della LAN e digitando:

http://indirizzo.ip.del.server/owncloud/

avremo una schermata del genere:

A questo punto bisogna creare un database con MySQL o PostgreSQL

NOTA: Se avete problemi a creare un nuovo database, scegliete il tipo di database che preferite e cliccateci sopra; troverete i relativi post che vi aiuteranno nella creazione.

Nell’esempio seguente useremo MySQL con utente owncloud e database owncloud

Alla fine della creazione del database e dell’utente, torniamo al nostro browser per configurare i vari campi e digitiamo l’indirizzo:

http://indirizzo.ip.del.server/owncloud/

Cliccando su Termina Configurazione, entreremo all’interno del nostro ownCloud Server.


NOTA: E’ possibile avere un errore del genere:

Could not open /var/www/owncloud/.well-known/host-meta for writing, please check permissions!

che viene risolto aprendo un terminale sul server e digitando:

sudo mkdir  /var/www/owncloud/.well-known
sudo touch /var/www/owncloud/.well-known/host-meta
sudo chown -R www-data:www-data /var/www/owncloud/.well-known/


Notiamo che è possibile caricare sul Server solamente file fino a 2 Mb; modifichiamo questo limite seguendo il post: PHP: Aumentare limite dimensione dei file di upload

Installare e Configurare Samba in una LAN con Ubuntu e Windows

Ci sono numerosi post e articoli in giro riguardanti Samba, ma pur seguendoli negli ultimi giorni, ho deciso di testare personalmente una configurazione ‘minimale’ e sopratutto funzionante, lasciando tutte le configurazioni del file originale.

L’unico requisito è che tutti i pc appartengano alla stesso gruppo di lavoro, nel caso seguente sarà WORKGROUP.

La configurazione è stata testata su Ubuntu 10.04LTS, Ubuntu 12.04(beta), che compongono la LAN insieme ad un pc con Windows XP e Windows Seven.

Aprendo un terminale sulle due macchine Ubuntu, digitiamo:

sudo apt-get install samba smbclient system-config-samba nautilus-share gnome-system-tools winbind

Ora riavviamo la macchina per aggiornare il sistema; non vi preoccupate se alcuni pacchetti risultano già presenti nel disco.

Aprendo Nautilus e navigando nelle risorse di rete, potremmo avere un errore del genere:

Per prima cosa, facciamo una copia del file di configurazione di samba.

sudo mv /etc/samba/smb.conf /etc/samba/smb.conf.ORIGINAL

In seguito creiamo il nuovo smb.conf

sudo gedit /etc/samba/smb.conf

Siccome il post risulterebbe esageratamente lungo, a causa della lunghezza del file di configurazione, vi allego un file smb.odt; basta copiare tutto il suo contenuto ed incollarlo in smb.conf

Dopo aver incollato tutto nel file smb.conf, riavviamo il sistema.

A questo punto, tutto funziona correttamente ed inoltre sui sistemi Ubuntu, possiamo utilizzare il comando shares-admin lanciato da terminale per modificare le cartelle condivise, altrimenti utilizzare il metodo classico del tasto destro – – > Opzione di condivisione

Di seguito potete vedere come la condivisione è visibile all’interno dei quattro sistemi (Ubuntu 10.04LTS, Ubuntu 12.04(beta), Windows XP e Windows Seven)


Welcome to Google Drive!

Google Drive. 

Keep everything.

Share anything.

 

Google Drive è possibile richiederlo da ieri, al link http://drive.google.com

Offrirà uno spazio web gratis di 5Gb! Nel frattempo, attendiamo le attivazioni degli account!

Wuala: Secure Cloud Storage

Wuala è uno storage online sicuro, una cassetta di sicurezza in cui puoi archiviare i tuoi file.

Puoi accedere con sicurezza ai tuoi file e condividerli con amici, famiglia e colleghi.

Utilizza uno spazio di storage fino a 2 GB.

Memorizza ed esegui un backup sicuro dei tuoi file ai quali potrai accedere ovunque ti trovi.


NOTA: da oggi, 24 Aprile 2012, Wuala offre 5Gb di spazio gratis a tutti!!


Prima di tutto scarichiamo Wuala per il nostro Ubuntu:

http://www.wuala.com/it/download/linux

Scegliamo l’architettura (32 o 64 bit) ed installiamo il file .deb

Alla fine dell’installazione, apriamo il software che troviamo nel menu Applicazioni – – > Internet – – > Wuala

A questo punto andiamo a creare un account; alla fine della compilazione avremo una schermata simile:

Possiamo notare che Wuala viene visto dal Sistema Operativo come se fosse un Hard Disk montato (WualaDrive), infatti se apriamo Nautilus avremo una situazione di questo genere:

Da ora in poi, possiamo usare semplicemente Nautilus oppure l’applicativo Wuala che abbiamo installato precedentemente; notiamo anche che è presente l’icona W con sfondo arancio sul pannello Gnome.

La novità di Wuala è la parte riguardante la Condivisione e Accesso: per prova ho copiato una intera cartella all’interno del mio spazio (Cartella_Wuala).
Apro il client Wuala, faccio tasto destro sulla cartella appena copiata e clicco su Proprietà

Poi clicco su Cambia nella riga Visibilità:

Abbiamo tre tipi di Condivisione disponibili:

  • Privata [Icona Gialla]: accesso privato, opzione di default per file e cartelle;
  • Condivisa [Icona Rossa]:
  1. Condividi con i contatti su Wuala: si immettono gli utenti se si conosce il loro id, altrimenti si può fare una ricerca stile elenco contatti in Skype;
  2. Accesso Web: genera un URL condivisibile con chiunque;
  • Pubblico [Icona Blu]condivisione pubblica dei files.

Qualora 2 GB risultassero insufficienti, è possibile acquistare ulteriore spazio a cifre accessibili:

Buon Wuala a tutti!!

Un pezzo di nuvola: Amazon Cloud Drive

Ormai viviamo nei “tempi delle nuvole” ed ogni giorno ci affidiamo, senza rendercene conto, ai servizi offerti dai vari operatori.

Abbiamo sempre bisogno di spazio su disco, copie di backup e, sopratutto, di avere sempre con noi i documenti, la musica, le immagini delle vacanze, insomma ogni tipo di dato personale.

In molti utilizzano, ormai da tempo, il servizio Dropbox, che consente di utilizzare uno spazio pari a 2Gb in maniera gratuita; pochi minuti, una semplice registrazione, il download veloce dell’applicativo da installare sul proprio computer, ed ecco che tutto è a portata di mouse e pronto all’utilizzo immediato.

Navigando nelle ultime settimane, sono venuto a conoscenza di un servizio molto più efficiente: Amazon Cloud Drive.

Il colosso Amazon, ormai conosciuto per i suoi innumerevoli servizi, nella sua nuova sezione Cloud Drive mette a disposizione 5Gb di spazio web gratuito. Per utilizzarlo serve solamente un account Amazon italiano o americano, si effettua il login e si entra all’interno del nostro spazio web.

In questo modo potrete accedere al vostro pezzo di nuvola da qualsiasi computer, in modo veloce, gratuito e sicuro.

Per scoprire maggiori informazioni ed utilizzare subito il servizio, basta collegarsi a questo indirizzo: http://www.amazon.com/clouddrive/learnmore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: