Archivi categoria: Cloud Computing

Installare Joli OS 1.2

Ciao a tutti, oggi andremo ad installare JoliCloud:

Joli OS is an Ubuntu-based GNU/Linux operating system developed by the French company Jolicloud.
The operating system was itself called “Jolicloud” until version 1.2, when the company renamed it “Joli OS”.
Joli OS is now an open source project, with source code hosted on GitHub.

Per prima cosa andiamo sul sito del produttore e scarichiamo l’immagine ISO dell’OS.

http://www.jolicloud.com/jolios/download

In seguito bisogna masterizzare il file scaricato come file ISO ed avviarlo da boot. Per semplice comodità, l’OS sarà installato su una macchina virtuale utilizzando VirtualBox, in modo da allegare tutti gli screenshot.

Avviando il disco, possiamo subito notare che vi sono due opzioni, la prima per provare JoliCloud e la seconda per installarlo: selezioniamo la seconda e procediamo con l’installazione.

Dopo il caricamento dei driver avremo la nostra prima schermata in cui andiamo a selezionare la lingua di installazione:

Mancano ancora pochi passaggi all’installazione: nel secondo passaggio selezioniamo il fuso orario e l’orario; nel terzo la disposizione della tastiera; nel quarto lo spazio su disco; nel quinto le informazioni personali (nome utente, password, nome pc) ed infine siamo pronti all’installazione vera e propria.

Dopo alcuni minuti per l’installazione, riavviamo il nostro sistema.

A questo punto bisogna creare un account oppure è possibile autenticarsi utilizzando le credenziali di Facebook.
In questo caso eseguiamo l’iscrizione, cliccando sulla scheda Sign Up. Alla fine dell’iscrizione, eseguiamo il login ed alla fine avremo il nostro JoliCloud.

Nei prossimi post continueremo a parlare di questo splendido e gratuito OS.

ownCloud 2012 su Ubuntu Server 10.04 LTS

Oggi andremo ad installare ownCloud Server, per creare una rete Cloud personale.

Come requisito necessita di PHP, di un database (MySQL o PostgreSQL) e di un web server (Apache).
Per l’installazione degli elementi appena elencati, rimando al post Server: Installare Apache, MySQL e PHP

Scarichiamo l’ultima versione di ownCloud da:

http://owncloud.org/go/download/owncloud-download-3-0-2

e lo copiamo sul nostro server tramite terminale:

sudo scp owncloud-3.0.2.tar.bz2  utente@indirizzo.ip.del.server:/home/utente

Ora ci spostiamo sul server, siamo posizionati nella home dell’utente, e diamo:

sudo tar xvf owncloud-3.0.2.tar.bz2
sudo mv owncloud/ /var/www/
sudo chown -R www-data:www-data /var/www/owncloud/

Se questo primo passaggio è andato a buon fine, possiamo vedere che, aprendo un browser di un pc che si trova all’interno della LAN e digitando:

http://indirizzo.ip.del.server/owncloud/

avremo una schermata del genere:

A questo punto bisogna creare un database con MySQL o PostgreSQL

NOTA: Se avete problemi a creare un nuovo database, scegliete il tipo di database che preferite e cliccateci sopra; troverete i relativi post che vi aiuteranno nella creazione.

Nell’esempio seguente useremo MySQL con utente owncloud e database owncloud

Alla fine della creazione del database e dell’utente, torniamo al nostro browser per configurare i vari campi e digitiamo l’indirizzo:

http://indirizzo.ip.del.server/owncloud/

Cliccando su Termina Configurazione, entreremo all’interno del nostro ownCloud Server.


NOTA: E’ possibile avere un errore del genere:

Could not open /var/www/owncloud/.well-known/host-meta for writing, please check permissions!

che viene risolto aprendo un terminale sul server e digitando:

sudo mkdir  /var/www/owncloud/.well-known
sudo touch /var/www/owncloud/.well-known/host-meta
sudo chown -R www-data:www-data /var/www/owncloud/.well-known/


Notiamo che è possibile caricare sul Server solamente file fino a 2 Mb; modifichiamo questo limite seguendo il post: PHP: Aumentare limite dimensione dei file di upload

Welcome to Google Drive!

Google Drive. 

Keep everything.

Share anything.

 

Google Drive è possibile richiederlo da ieri, al link http://drive.google.com

Offrirà uno spazio web gratis di 5Gb! Nel frattempo, attendiamo le attivazioni degli account!

Wuala: Secure Cloud Storage

Wuala è uno storage online sicuro, una cassetta di sicurezza in cui puoi archiviare i tuoi file.

Puoi accedere con sicurezza ai tuoi file e condividerli con amici, famiglia e colleghi.

Utilizza uno spazio di storage fino a 2 GB.

Memorizza ed esegui un backup sicuro dei tuoi file ai quali potrai accedere ovunque ti trovi.


NOTA: da oggi, 24 Aprile 2012, Wuala offre 5Gb di spazio gratis a tutti!!


Prima di tutto scarichiamo Wuala per il nostro Ubuntu:

http://www.wuala.com/it/download/linux

Scegliamo l’architettura (32 o 64 bit) ed installiamo il file .deb

Alla fine dell’installazione, apriamo il software che troviamo nel menu Applicazioni – – > Internet – – > Wuala

A questo punto andiamo a creare un account; alla fine della compilazione avremo una schermata simile:

Possiamo notare che Wuala viene visto dal Sistema Operativo come se fosse un Hard Disk montato (WualaDrive), infatti se apriamo Nautilus avremo una situazione di questo genere:

Da ora in poi, possiamo usare semplicemente Nautilus oppure l’applicativo Wuala che abbiamo installato precedentemente; notiamo anche che è presente l’icona W con sfondo arancio sul pannello Gnome.

La novità di Wuala è la parte riguardante la Condivisione e Accesso: per prova ho copiato una intera cartella all’interno del mio spazio (Cartella_Wuala).
Apro il client Wuala, faccio tasto destro sulla cartella appena copiata e clicco su Proprietà

Poi clicco su Cambia nella riga Visibilità:

Abbiamo tre tipi di Condivisione disponibili:

  • Privata [Icona Gialla]: accesso privato, opzione di default per file e cartelle;
  • Condivisa [Icona Rossa]:
  1. Condividi con i contatti su Wuala: si immettono gli utenti se si conosce il loro id, altrimenti si può fare una ricerca stile elenco contatti in Skype;
  2. Accesso Web: genera un URL condivisibile con chiunque;
  • Pubblico [Icona Blu]condivisione pubblica dei files.

Qualora 2 GB risultassero insufficienti, è possibile acquistare ulteriore spazio a cifre accessibili:

Buon Wuala a tutti!!

Ubuntu: Installare VMware Workstation 8.0 [2/2]

Nella parte 1, abbiamo installato l’applicazione, ora procediamo con la sua attivazione.

Nel menu Applicazioni —> Strumenti di Sistema —> VMware Workstation

Riprendiamo il numero del seriale che ci è stato fornito in fase di download, poichè sarà utilizzato fra pochi attimi.

A questo punto, la nostra Workstation è pronta all’uso!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: