Archivi Blog

Installare PostgreSQL 9.0 e pgAdmin3 su Ubuntu Server 10.04LTS

I repository per PostgreSQL 9.0 sono mantenuti da Martin Pitt, come comunicato anche dal sito Postgresql.

Procediamo con l’installazione, apriamo un terminale e digitiamo:

sudo apt-get install python-software-properties

sudo add-apt-repository ppa:pitti/postgresql

sudo apt-get update

sudo apt-get install postgresql-9.0 libpq-dev postgresql-contrib-9.0 php5-pgsql

L’installazione è terminale e da questo momento avremo Postgresql9 nelle seguenti directory:

  • cartella di configurazione in: /etc/postgresql/9.0/main
  • cartella dati in: /var/lib/postgresql/9.0/main

Ora andiamo a fare qualche modifica, ad esempio cambiare il range di indirizzi IP che possono connettersi a Postgresql. Apriamo un terminale e diamo:

sudo nano /etc/postgresql/9.0/main/postgresql.conf

cerchiamo la riga seguente:

listen_addresses = ‘localhost’

e la modifichiamo in:

listen_addresses = ‘*’

salviamo il file ed usciamo dall’editor. Inoltre dobbiamo modificare un altro file:

sudo nano /etc/postgresql/9.0/main/pg_hba.conf

cerchiamo la riga seguente:

host    all             all             127.0.0.1/32            md5

e la modifichiamo in:

host    all             all             192.168.1.0/24            md5

in base al range di indirizzi IP della nostra rete.

Procediamo col cambiare la password dell’amministratore (postgres), aprendo un terminale e digitando:

sudo -u postgres psql template1
ALTER USER postgres WITH ENCRYPTED password ‘tua_password’;

Usciamo dal terminale con \q

Al posto di tua_password immettete la password che preferite per l’utente postgres.

Prima di procedere alla configurazione di pgAdmin3 sul client, abilitiamo l’admin pack, aprendo un terminale e digitando:

sudo -u postgres psql -U postgres -d postgres < /usr/share/postgresql/9.0/contrib/adminpack.sql

Riavviamo il servizio:

sudo /etc/init.d/postgresql restart

A questo punto spostiamoci su un client della rete LAN e procediamo all’installazione di pgAdmin3, interfaccia grafica che consente di amministrare in modo semplificato database di PostgreSQL.

sudo add-apt-repository ppa:pitti/postgresql

sudo apt-get update

sudo apt-get install pgadmin3

Apriamo il software appena installato dal menu Applicazioni – – > Programmazione – – > pgAdminIII :

Ora abbiamo bisogno dell’indirizzo IP del server che useremo per collegarci.
Dal menu File di pgAdminIII selezioniamo Aggiungi Server ed inseriamo tutti i valori nei campi.

Procediamo con la creazione di un nuovo utente e di un database associato, che sarà utilizzato nei prossimi post per l’installazione di Drupal

Ci spostiamo su Ruoli Utenti e diamo tasto destro, Nuovo ruolo utente, ed inseriamo tutti i dati necessari nella prima finestra, mentre nella seconda finestra (Privilegi di ruolo) attiviamo la voce Può creare database

Ora ci spostiamo su Database e diamo tasto destro, Nuovo database, ed inseriamo tutti i dati necessari nella prima finestra Proprietà

ed avremo una situazione finale di questo genere:

phpMyAdmin: creare un nuovo utente e un nuovo database

Premesso che abbiamo installato sul nostro server tutto il necessario,come descritto nel post Server: Installare Apache, MySQL e PHP, apriamo un browser e digitiamo:

http://nostro.indirizzo.ip.server/phpmyadmin

e facciamo il login con le credenziali scelte in fase di installazione.

In questo post, andiamo a creare un utente chiamato joomla che sarà associato all’omonimo database, che utilizzeremo in seguito per l’installazione del CMS Joomla 2.5.

Spostiamoci sulla scheda Privilegi e vi clicchiamo.

Poi clicchiamo su Aggiungi un nuovo utente

Ora andiamo a riempire i campi come l’immagine che segue e selezioniamo Crea un database con lo stesso nome e concedi tutti i privilegi

Restando sempre sulla stessa finestra, selezioniamo accanto a Privilegi globali, Seleziona tutti, così da ottenere tutte le voci selezionate, ed infine clicchiamo su Esegui, pulsante situato in fondo alla pagina sulla destra.

Se tutto è andato a buon fine, noteremo che nella parte centrale ci sarà la query appena creata e sulla colonna di sinistra, dove si trovano tutti i database presenti sul server, si aggiungerà quello appena creato, ovvero joomla.

A questo punto, tutto è pronto per una nuova installazione del CMS!

NOTA: La procedura appena descritta potrà essere utilizzata per creare qualsiasi tipo di database, al fine di utilizzarlo per ogni CMS che lo richiede.

Installare MySQL e creare un nuovo database su Ubuntu

In poche semplici righe, andremo ad installare MySQL Server su Ubuntu ed andremo a creare un nuovo database; ad esempio per chi volesse installare l’ultima versione di Joomla o altri CMS, avrà bisogno di MySQL e quindi di un database sul quale appoggiarsi.

Procediamo all’installazione del server; apriamo un terminale e digitiamo:

sudo apt-get install mysql-server

verrà richiesto l’inserimento della password per l’utente root di mysql, che utilizzeremo in seguito per loggarci al servizio.

Terminata l’installazione, restiamo sempre nel terminale e digitiamo:

mysql -u root -p

andremo ad inserire la password immessa al punto precedente ed avremo una risposta di questo tipo:

Ora siamo collegati e andiamo a creare il nostro database, che chiameremo joomla

CREATE DATABASE joomla;

Se tutto è andato a buon fine, avremo una risposta del genere:

Query OK, 1 row affected (0.07 sec)

e digitando

show databases;

avremo la lista completa dei nostri database, tra cui anche quello appena creato.

Ora bisogna creare un utente che abbia tutti i diritti sul nostro database; digitiamo questo comando:

GRANT ALL PRIVILEGES ON joomla.* TO ‘alfredo’@’localhost’ IDENTIFIED BY ‘alfredo_pass’;

I campi da modificare sono tre:
joomla è il nome del database;
alfredo è il nome utente;
alfredo_pass è la password utilizzata per l’utente alfredo.

Per controllare se l’utente alfredo è stato creato correttamente, usciamo da mysql col comando

exit

ed effettuiamo nuovamente il login con le nuove credenziali:

mysql -u alfredo -p alfredo_pass

Se tutto è andato a buon fine, avremo la schermata iniziale di login a mysql ed il nostro database sarà pronto all’uso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: