Archivi Blog

Ubuntu: Installare LibreOffice 3.6.0

Oggi andremo ad installare LibreOffice 3.6.0 su Ubuntu 10.04 LTS. Per prima cosa apriamo un terminale e procediamo con la rimozione della vecchia versione:

sudo apt-get purge libreoffice*

sudo apt-get autoremove

In seguito apriamo un browser ed andiamo all’indirizzo:

http://www.libreoffice.it/

Clicchiamo su “Scarica LibreOffice“, ottenendo una schermata simile alla seguente:

Selezioniamo la nostra architettura, la lingua preferita e procediamo con il download dei tre archivi:

In seguito, apriamo un terminale e posizioniamoci nel percorso in cui abbiamo salvato i tre file del punto precedente.

Diamo, in ordine, i seguenti comandi:

sudo tar xvf LibO_3.6.0_Linux_x86_install-deb_en-US.tar.gz

cd LibO_3.6.0.4_Linux_x86_install-deb_en-US/

cd DEBS/

sudo dpkg -i *.deb

cd desktop-integration/

sudo dpkg -i *.deb

A questo punto LibreOffice 3.6.0 è installato e funzionante ma è in lingua inglese. Per installare la lingua italiana, daremo da terminale:

sudo tar xvf LibO_3.6.0_Linux_x86_langpack-deb_it.tar.gz

cd LibO_3.6.0.4_Linux_x86_langpack-deb_it/

cd DEBS/

sudo dpkg -i *.deb

Per chi volesse installare l’help in lingua italiana, si darà da terminale:

sudo tar xvf LibO_3.6.0_Linux_x86_helppack-deb_it.tar.gz

cd LibO_3.6.0.4_Linux_x86_helppack-deb_it/

cd DEBS/

sudo dpkg -i *.deb

Completando, infine, l’installazione di LibreOffice 3.6.0

Web gratis per 15 mila sfollati sisma

(ANSA) – BOLOGNA, 5 LUG – Accesso a Internet libero nei campi di accoglienza di Mirandola. In cinque tendopoli, circa 1.500 sfollati potranno navigare gratis, senza limiti di tempo e con 2 Mb di banda garantita. L’iniziativa e’ di Acantho, società di tlc del Gruppo Hera, che vara così una nuova azione di solidarietà in favore delle popolazioni terremotate. ”Si tratta di un servizio importante per contribuire al miglioramento della qualità della vita in un contesto comunque di grande disagio”, dice Hera.

Fonte: http://ansa.it/web/notizie/rubriche/tecnologia/2012/07/05/Web-gratis-15-mila-sfollati-sisma_7147389.html

ownCloud 2012 su Ubuntu Server 10.04 LTS

Oggi andremo ad installare ownCloud Server, per creare una rete Cloud personale.

Come requisito necessita di PHP, di un database (MySQL o PostgreSQL) e di un web server (Apache).
Per l’installazione degli elementi appena elencati, rimando al post Server: Installare Apache, MySQL e PHP

Scarichiamo l’ultima versione di ownCloud da:

http://owncloud.org/go/download/owncloud-download-3-0-2

e lo copiamo sul nostro server tramite terminale:

sudo scp owncloud-3.0.2.tar.bz2  utente@indirizzo.ip.del.server:/home/utente

Ora ci spostiamo sul server, siamo posizionati nella home dell’utente, e diamo:

sudo tar xvf owncloud-3.0.2.tar.bz2
sudo mv owncloud/ /var/www/
sudo chown -R www-data:www-data /var/www/owncloud/

Se questo primo passaggio è andato a buon fine, possiamo vedere che, aprendo un browser di un pc che si trova all’interno della LAN e digitando:

http://indirizzo.ip.del.server/owncloud/

avremo una schermata del genere:

A questo punto bisogna creare un database con MySQL o PostgreSQL

NOTA: Se avete problemi a creare un nuovo database, scegliete il tipo di database che preferite e cliccateci sopra; troverete i relativi post che vi aiuteranno nella creazione.

Nell’esempio seguente useremo MySQL con utente owncloud e database owncloud

Alla fine della creazione del database e dell’utente, torniamo al nostro browser per configurare i vari campi e digitiamo l’indirizzo:

http://indirizzo.ip.del.server/owncloud/

Cliccando su Termina Configurazione, entreremo all’interno del nostro ownCloud Server.


NOTA: E’ possibile avere un errore del genere:

Could not open /var/www/owncloud/.well-known/host-meta for writing, please check permissions!

che viene risolto aprendo un terminale sul server e digitando:

sudo mkdir  /var/www/owncloud/.well-known
sudo touch /var/www/owncloud/.well-known/host-meta
sudo chown -R www-data:www-data /var/www/owncloud/.well-known/


Notiamo che è possibile caricare sul Server solamente file fino a 2 Mb; modifichiamo questo limite seguendo il post: PHP: Aumentare limite dimensione dei file di upload

The Debian Administrator’s Handbook

Disponibile da qualche giorno il nuovo libro: The Debian Administrator’s Handbook

E’ possibile acquistarlo in versione cartacea oppure scaricarlo in formato PDF ed EPUB al seguente indirizzo:

http://debian-handbook.info/get/now/

Show your appreciation
This book is published under a free license because we want everybody to benefit from it. That said maintaining it takes time and lots of efforts, and we appreciate being thanked for this.
If you find this book valuable, please consider contributing to its continued maintenance either by buying a paperback copy or by making a donation through the book’s official website:
http://debian-handbook.info

Ubuntu Server: installare Moodle

Moodle (Modular Object-Oriented Dynamic Learning Environment) è una piattaforma web open source per l’e-learning, progettata per permettere agli insegnanti e agli educatori di creare e gestire corsi on-line con ampie possibilità di interazione tra studente e docente.

PREMESSA: Moodle necessita di un Web Server (Apache), PHP e di un Database Server (MySQL o PostgreSQL)

Rimando al post Server: Installare Apache, MySQL e PHP per l’installazione degli elementi sopra citati.

Inoltre  installiamo anche altre estensioni che serviranno a Moodle:

sudo apt-get install php5-curl php5-xmlrpc php5-intl

Prima di procedere al download del pacchetto, creiamo il database che ospiterà la piattaforma; tramite phpmyadmin, precedentemente installato, creiamo un database chiamato moodle ed uno user associato chiamato moodle con tutti i privilegi completi.


NOTA: Se durante l’installazione dovessero esserci problemi con il set di caratteri del database, riaprite phpmyadmin ed eseguite questa query SQL, dove moodle è il nome del database scelto durante la creazione:

ALTER DATABASE moodle charset=utf8;


Ora possiamo scaricare il pacchetto Moodle, estrarlo e copiarlo nella directory del server Apache:
(N.B: il link del download potrebbe cambiare a seconda dell’ultima versione rilasciata)

wget  http://sourceforge.net/projects/moodle/files/Moodle/stable22/moodle-latest-22.tgz

tar -xvf moodle-latest-22.tgz

sudo cp -R moodle /var/www/moodle

sudo chmod 775 var/

A questo punto bisogna installarlo, aprendo un browser e digitando l’ip del server oppure localhost in caso di installazione su host locale. Inoltre verificare che i requisiti dell’installazione siano soddisfatti e creare l’utente admin.
Di seguito vi sono le schermate principali della fase di installazione:

http://192.168.1.50/moodle

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: