Archivi Blog

Ubuntu: Installare LibreOffice 3.6 da PPA

Nel post Ubuntu: Installare LibreOffice 3.6.0 abbiamo visto come installare LibreOffice 3.6 su Ubuntu 10.04 LTS tramite gli archivi presenti nel sito libreoffice.it

Oggi, invece, lo installeremo tramite PPA su Ubuntu 12.04 LTS. Per prima cosa apriamo un terminale e procediamo con la rimozione della vecchia versione:

sudo apt-get purge libreoffice*

sudo apt-get autoremove

Apriamo un terminale e digitiamo:

  • Per la versione a 32bit:

    sudo add-apt-repository ppa:upubuntu-com/libreoffice
    sudo apt-get update
    sudo apt-get install libreoffice

  • Per la versione a 64bit:

    sudo add-apt-repository ppa:upubuntu-com/libreoffice64
    sudo apt-get update
    sudo apt-get install libreoffice

Alla fine dell’installazione, facciamo il logout del nostro account e al successivo avvio avremo LibreOffice 3.6

Se qualcosa non dovesse funzionare, rimando all’installazione del post attraverso file singoli.
Nel caso in cui volessimo rimuovere i PPA e il software appena installato, daremo da terminale:

  • Per la versione a 32bit:

    sudo apt-get install ppa-purge
    sudo ppa-purge ppa:upubuntu-com/libreoffice
    sudo apt-get update
    sudo apt-get purge libreoffice*

  • Per la versione a 64bit:

    sudo apt-get install ppa-purge
    sudo ppa-purge ppa:upubuntu-com/libreoffice64
    sudo apt-get update
    sudo apt-get purge libreoffice*

Ubuntu: Installare LibreOffice 3.6.0

Oggi andremo ad installare LibreOffice 3.6.0 su Ubuntu 10.04 LTS. Per prima cosa apriamo un terminale e procediamo con la rimozione della vecchia versione:

sudo apt-get purge libreoffice*

sudo apt-get autoremove

In seguito apriamo un browser ed andiamo all’indirizzo:

http://www.libreoffice.it/

Clicchiamo su “Scarica LibreOffice“, ottenendo una schermata simile alla seguente:

Selezioniamo la nostra architettura, la lingua preferita e procediamo con il download dei tre archivi:

In seguito, apriamo un terminale e posizioniamoci nel percorso in cui abbiamo salvato i tre file del punto precedente.

Diamo, in ordine, i seguenti comandi:

sudo tar xvf LibO_3.6.0_Linux_x86_install-deb_en-US.tar.gz

cd LibO_3.6.0.4_Linux_x86_install-deb_en-US/

cd DEBS/

sudo dpkg -i *.deb

cd desktop-integration/

sudo dpkg -i *.deb

A questo punto LibreOffice 3.6.0 è installato e funzionante ma è in lingua inglese. Per installare la lingua italiana, daremo da terminale:

sudo tar xvf LibO_3.6.0_Linux_x86_langpack-deb_it.tar.gz

cd LibO_3.6.0.4_Linux_x86_langpack-deb_it/

cd DEBS/

sudo dpkg -i *.deb

Per chi volesse installare l’help in lingua italiana, si darà da terminale:

sudo tar xvf LibO_3.6.0_Linux_x86_helppack-deb_it.tar.gz

cd LibO_3.6.0.4_Linux_x86_helppack-deb_it/

cd DEBS/

sudo dpkg -i *.deb

Completando, infine, l’installazione di LibreOffice 3.6.0

Ubuntu: installare VMware Player

Oggi andremo ad installare l’ultima versione di VMware Player su una macchina con Ubuntu. Apriamo il link di seguito e procediamo con il download:

Download VMware Player: Free VMware Virtualization.

E’ necessario effettuare una registrazione sul sito VMware per accedere alla sezione relativa al download.

Scarichiamo l’ultima versione di VMware Player, che ad oggi risulta essere la VMware-Player-4.0.4-744019

Ora apriamo un terminale, posizioniamoci nella cartella di salvataggio del file e diamo:

sudo sh ./VMware-Player-4.0.4-744019.i386.bundle

In seguito avremo le seguenti schermate di installazione:

Ed infine possiamo avviarlo; in genere il lanciatore si trova nel menu ApplicazioniStrumenti di SistemaVMware Player

Ubuntu: Installare Oracle 10g

Prima di procedere all’installazione, bisogna sottolineare che Oracle 10g ha un requisito molto importante:

Oracle says that the system must have at least 1GB of physical RAM and 1GB of swap space or twice the size of RAM. And for systems with more than 2 GB of RAM, the swap space can be between one and two times the size of RAM.

Quindi verifichiamo la memoria totale (MemTotal) e la swap (SwapTotal) del nostro sistema:

cat /proc/meminfo

E se la swap non fosse sufficiente, rimando al post: Ubuntu Server: aumentare la memoria Swap

A questo punto, tutto è pronto per l’installazione. Come primo passo bisogna aggiungere il repository Oracle:

sudo nano /etc/apt/sources.list

Ed aggiungiamo in fondo al file:

deb http://oss.oracle.com/debian unstable main non-free

Salviamo (Ctrl+O) ed usciamo (Ctrl+X) dall’editor.
Ora importiamo la chiave, sempre da terminale:

wget http://oss.oracle.com/el4/RPM-GPG-KEY-oracle -O- | sudo apt-key add –

E procediamo con l’installazione vera e propria:

sudo apt-get update

sudo apt-get install oracle-xe oracle-xe-client

Ed ora ci resta solo la configurazione:

sudo /etc/init.d/oracle-xe configure

Specificando le due porte che saranno usate, la password per il database e la scelta se far partire il servizio al boot del sistema operativo.

Apriamo un browser e digitiamo:

http://127.0.0.1:8080/apex

I dati da utilizzare al primo login sono:

USERNAME: system

PASSWORD: quella scelta durante l’installazione

 

GNOME Classic su Ubuntu 12.04 Precise

Installando Ubuntu 12.04 abbiamo come ambiente desktop Unity.

Unity non è apprezzato da tutti, ma possiamo installare GNOME Classic e riportare l’aspetto della nostra 12.04 alle versioni precedenti.

Per installare il nuovo ambiente, apriamo un terminale e digitiamo:

sudo apt-get install gnome-session-fallback

Riavviamo il sistema o terminiamo la sessione dell’utente.

Al momento del login, clicchiamo sul logo di Ubuntu e selezioniamo GNOME Classic

Ed ecco il nostro nuovo desktop con GNOME Classic

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: