Archivi Blog

LibreUmbria su Joinup

Joinup riporta oggi la notizia riferita al progetto LibreUmbria di migrazione dell’Umbria a LibreOffice con un intervista al presidente del Centro di Competenza per l’Open Source regionale Osvaldo Gervasi.

“Per migliorare l’uso in Pubblica Ammistrazione di strumenti IT – afferma Gervasi – è necessario passare a LibreOffice e adottare gli standard dei documenti aperti. Questo ci consente di aggiornare gli strumenti di Office Automation e, allo stesso tempo, di attuare la politica del Governo in materia di razionalizzazione delle risorse pubbliche.”

Questo il link all’articolo:
https://joinup.ec.europa.eu/news/administration-italian-region-umbria-moving-libreoffice

View original post

Servizi di supporto alla migrazione

Servizi di supporto alla migrazione

Durante la fase di analisi del progetto di Migrazione dell’Umbria a LibreOffice, si è presa in considerazione l’idea di customizzare una soluzione open source per l’assistenza remota, pensata come supporto agli utenti durante la fase di assistenza post migrazione.

I Sistemi Informativi aziendali si trovano a gestire decine di telefonate e di nuovi ticket ogni giorno, molti dei quali risultano essere quasi banali e di risoluzione immediata. A causa della grossa mole di lavoro da gestire ogni giorno, l’assistenza potrebbe essere fornita in tempi molto più lunghi, generando irrimediabilmente una coda di lavoro.

La scelta di utilizzare soluzioni di desktop remoto è stata svolta con l’intento di agevolare il lavoro del personale, con la conseguente riduzione sul tempo di risposta. All’interno di un mercato ampio ed in continua evoluzione, ponendo l’attenzione su applicativi open source ed altamente personalizzabili, la decisione è ricaduta su UltraVNC (rilasciato sotto licenza GPL versione 2.0).

View original post 125 altre parole

LibreUmbria arriva in Grecia

Il progetto LibreUmbria arriva in Grecia

Il giornale greco on line OSArena ha ripreso la notizia del progetto LibreUmbria, presentandolo come un’ottima esperienza di migrazione al software libero nella Pubblica Amministrazione.

L’articolo comincia mettendo in risalto quanto sia difficile “abbandonare le vecchie cattive abitudini soprattutto quando si tratta di funzionari governativi. Lo stato degli sforzi per modernizzare la tecnologia dell’infrastruttura IT e del settore pubblico in Italia ci mostra un modo efficace di migrazione al Software Libero”.

Questo il link all’articolo in lingua originale: http://osarena.net/news/italia-exipni-metavasi-se-ellak-se-kerous-krisis.html

Invece qui potete trovare la traduzione in italiano.

View original post

Migrazione: chi è interessato?

In un progetto di migrazione a LibreOffice, che coinvolge un elevato numero di utenti come in Umbria, chi sono i portatori di interesse?

Sicuramente la PA, intesa come Amministratori e dirigenti degli Enti coinvolti, che hanno l’obiettivo primario di migliorare la qualità del lavoro d’ufficio risparmiando risorse finanziarie destinate all’acquisto di licenze d’uso e reinvestendole in altre attività (per esempio in formazione ai dipendenti, personalizzazione del software e assistenza).

Altri stakeholder sono gli utenti finali, che intendono vedere migliorate le proprie condizioni di lavoro, potendo contare su un software affidabile, veloce e il cui utilizzo sia supportato da attività di formazione e help desk.

Portatori di interesse sono poi i cittadini che vogliono poter disporre dei documenti e dei moduli messi a disposizione dalle PA sui siti istituzionali in un formato standardizzato e semplice da poter compilare, utilizzare e rinviare.

Nel progetto sono poi coinvolti gli utenti finali…

View original post 76 altre parole

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: