Archivi Blog

iPhone 5: attenzione alle false mail di consegna

Oltre 40mila falsi messaggi Ups e FedEx segnalano il recapito del telefono. Ma in realtà installano un trojan bancario

Come riportato da molti utenti sui forum, a tanti è capitato di aver ricevuto una mail che preannunciava la consegna. Al messaggio è allegato un file htm con un link che dovrebbe fornire le informazioni sullo stato dell’ordine. Ma cliccandoci sopra si viene reindirizzati su un altro link che installa un trojan bancario sul Pc. Truffa informatica, dunque. Secondo WebSense, società di sicurezza informatica, le email esca intercettate sarebbero 45 mila. «Le esche UPS/FedEx non sono una novità ma di questi tempi- quando le persone stanno aspettando con impazienza un’email di questo tipo – è molto probabile che i destinatari abbasseranno le proprie difese ed eseguiranno il file allegato», ha dichiarato Patrik Runald, direttore del Security Labs di Websense. Il consiglio? «Fare attenzione se si sta aspettando la notifica di consegna e non aprire gli allegati contenuti nella mail».

FONTE:  http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/12_settembre_19/mail-fedex-ups-consegna-iphone-cinque-trojan-bancario-truffa-online_20ac6b66-025d-11e2-9f2e-6124d1c3f844.shtml

Il giorno di DnsChanger

[…] Rispetto alle stime fatte in precedenza, il numero di sistemi potenzialmente ancora infetti scende da 500mila a 277mila: un gran numero di società e organizzazioni (inclusi Google, Facebook e i singoli Internet provider) si sono impegnate per cercare avvertire gli utenti del pericolo incombente, e la pressione informativa sale ancora con nuovi “warning” e strumenti per il test della connessione […]

 

Potete fare il vostro test all’indirizzo http://www.dns-ok.it/

Tra gli appunti di Crittografia

Notizia delle ultime ore, leggendo su Repubblica.it l’articolo:

Falla incrina crittografia web
“Tutta colpa di un algoritmo”

[…] Con un verdetto inatteso: non tutte le chiavi pubbliche generate automaticamente per dare la massima segretezza alle transazioni sono risultate sicure: analizzandone 7.1 milioni, circa 27 mila sono risultate non del tutto affidabili. La bassa percentuale di questi casi, lo 0,38%, del totale, fa si che il problema sia per ora lontano dalla stragrande maggioranza degli utenti (e forse anche dagli altri, considerando le infime probabilità di un attacco) ma il problema c’è. E va affrontato in fretta per garantire il 100 per cento della sicurezza, senza se e senza ma. […]

Per la lettura dell’articolo completo: http://www.repubblica.it/tecnologia/sicurezza/2012/02/15/news/falla_crittografia_web-29936177/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: