Archivi Blog

Installare PostgreSQL 9.0 e pgAdmin3 su Ubuntu Server 10.04LTS

I repository per PostgreSQL 9.0 sono mantenuti da Martin Pitt, come comunicato anche dal sito Postgresql.

Procediamo con l’installazione, apriamo un terminale e digitiamo:

sudo apt-get install python-software-properties

sudo add-apt-repository ppa:pitti/postgresql

sudo apt-get update

sudo apt-get install postgresql-9.0 libpq-dev postgresql-contrib-9.0 php5-pgsql

L’installazione è terminale e da questo momento avremo Postgresql9 nelle seguenti directory:

  • cartella di configurazione in: /etc/postgresql/9.0/main
  • cartella dati in: /var/lib/postgresql/9.0/main

Ora andiamo a fare qualche modifica, ad esempio cambiare il range di indirizzi IP che possono connettersi a Postgresql. Apriamo un terminale e diamo:

sudo nano /etc/postgresql/9.0/main/postgresql.conf

cerchiamo la riga seguente:

listen_addresses = ‘localhost’

e la modifichiamo in:

listen_addresses = ‘*’

salviamo il file ed usciamo dall’editor. Inoltre dobbiamo modificare un altro file:

sudo nano /etc/postgresql/9.0/main/pg_hba.conf

cerchiamo la riga seguente:

host    all             all             127.0.0.1/32            md5

e la modifichiamo in:

host    all             all             192.168.1.0/24            md5

in base al range di indirizzi IP della nostra rete.

Procediamo col cambiare la password dell’amministratore (postgres), aprendo un terminale e digitando:

sudo -u postgres psql template1
ALTER USER postgres WITH ENCRYPTED password ‘tua_password’;

Usciamo dal terminale con \q

Al posto di tua_password immettete la password che preferite per l’utente postgres.

Prima di procedere alla configurazione di pgAdmin3 sul client, abilitiamo l’admin pack, aprendo un terminale e digitando:

sudo -u postgres psql -U postgres -d postgres < /usr/share/postgresql/9.0/contrib/adminpack.sql

Riavviamo il servizio:

sudo /etc/init.d/postgresql restart

A questo punto spostiamoci su un client della rete LAN e procediamo all’installazione di pgAdmin3, interfaccia grafica che consente di amministrare in modo semplificato database di PostgreSQL.

sudo add-apt-repository ppa:pitti/postgresql

sudo apt-get update

sudo apt-get install pgadmin3

Apriamo il software appena installato dal menu Applicazioni – – > Programmazione – – > pgAdminIII :

Ora abbiamo bisogno dell’indirizzo IP del server che useremo per collegarci.
Dal menu File di pgAdminIII selezioniamo Aggiungi Server ed inseriamo tutti i valori nei campi.

Procediamo con la creazione di un nuovo utente e di un database associato, che sarà utilizzato nei prossimi post per l’installazione di Drupal

Ci spostiamo su Ruoli Utenti e diamo tasto destro, Nuovo ruolo utente, ed inseriamo tutti i dati necessari nella prima finestra, mentre nella seconda finestra (Privilegi di ruolo) attiviamo la voce Può creare database

Ora ci spostiamo su Database e diamo tasto destro, Nuovo database, ed inseriamo tutti i dati necessari nella prima finestra Proprietà

ed avremo una situazione finale di questo genere:

phpMyAdmin: creare un nuovo utente e un nuovo database

Premesso che abbiamo installato sul nostro server tutto il necessario,come descritto nel post Server: Installare Apache, MySQL e PHP, apriamo un browser e digitiamo:

http://nostro.indirizzo.ip.server/phpmyadmin

e facciamo il login con le credenziali scelte in fase di installazione.

In questo post, andiamo a creare un utente chiamato joomla che sarà associato all’omonimo database, che utilizzeremo in seguito per l’installazione del CMS Joomla 2.5.

Spostiamoci sulla scheda Privilegi e vi clicchiamo.

Poi clicchiamo su Aggiungi un nuovo utente

Ora andiamo a riempire i campi come l’immagine che segue e selezioniamo Crea un database con lo stesso nome e concedi tutti i privilegi

Restando sempre sulla stessa finestra, selezioniamo accanto a Privilegi globali, Seleziona tutti, così da ottenere tutte le voci selezionate, ed infine clicchiamo su Esegui, pulsante situato in fondo alla pagina sulla destra.

Se tutto è andato a buon fine, noteremo che nella parte centrale ci sarà la query appena creata e sulla colonna di sinistra, dove si trovano tutti i database presenti sul server, si aggiungerà quello appena creato, ovvero joomla.

A questo punto, tutto è pronto per una nuova installazione del CMS!

NOTA: La procedura appena descritta potrà essere utilizzata per creare qualsiasi tipo di database, al fine di utilizzarlo per ogni CMS che lo richiede.

Ubuntu Server: installare Moodle

Moodle (Modular Object-Oriented Dynamic Learning Environment) è una piattaforma web open source per l’e-learning, progettata per permettere agli insegnanti e agli educatori di creare e gestire corsi on-line con ampie possibilità di interazione tra studente e docente.

PREMESSA: Moodle necessita di un Web Server (Apache), PHP e di un Database Server (MySQL o PostgreSQL)

Rimando al post Server: Installare Apache, MySQL e PHP per l’installazione degli elementi sopra citati.

Inoltre  installiamo anche altre estensioni che serviranno a Moodle:

sudo apt-get install php5-curl php5-xmlrpc php5-intl

Prima di procedere al download del pacchetto, creiamo il database che ospiterà la piattaforma; tramite phpmyadmin, precedentemente installato, creiamo un database chiamato moodle ed uno user associato chiamato moodle con tutti i privilegi completi.


NOTA: Se durante l’installazione dovessero esserci problemi con il set di caratteri del database, riaprite phpmyadmin ed eseguite questa query SQL, dove moodle è il nome del database scelto durante la creazione:

ALTER DATABASE moodle charset=utf8;


Ora possiamo scaricare il pacchetto Moodle, estrarlo e copiarlo nella directory del server Apache:
(N.B: il link del download potrebbe cambiare a seconda dell’ultima versione rilasciata)

wget  http://sourceforge.net/projects/moodle/files/Moodle/stable22/moodle-latest-22.tgz

tar -xvf moodle-latest-22.tgz

sudo cp -R moodle /var/www/moodle

sudo chmod 775 var/

A questo punto bisogna installarlo, aprendo un browser e digitando l’ip del server oppure localhost in caso di installazione su host locale. Inoltre verificare che i requisiti dell’installazione siano soddisfatti e creare l’utente admin.
Di seguito vi sono le schermate principali della fase di installazione:

http://192.168.1.50/moodle

Server: Installare Apache, MySQL e PHP

Oggi andremo ad installare un web server, un database server e tutto il necessario per PHP. Aprendo un terminale digitiamo:

sudo apt-get install apache2 php5-mysql libapache2-mod-php5 mysql-server

Ed impostiamo la password di root per MySQL Server

e ripetiamo l’immissione

Alla fine di tutta l’installazione, riavviamo il sistema così andremo a verificare se tutto è funzionante:

sudo reboot now

Ora dobbiamo individuare l’indirizzo IP del server, poichè lo utilizzeremo per verificare che Apache sia stato installato correttamente. Queste operazioni possono anche essere fatte in locale, se si dispone di un’interfaccia grafica, utilizzando l’indirizzo http://localhost

Quindi andiamo sul browser del nostro client, digitiamo l’indirizzo IP e se tutto è andato a buon fine, avremo una schermata simile:

Allo stesso modo, andiamo a verificare che PHP funzioni correttamente. Da terminale creiamo una pagina di test:

sudo nano /var/www/prova.php

All’interno vi incolliamo questo:

<?php phpinfo() ; ?>

Salviamo il file ed usciamo dall’editor. A questo punto apriamo il browser e digitiamo l’indirizzo: http://nostro.indirizzo.ip.server/prova.php ottenendo una schermata del genere:

L’ultima cosa da verificare è che MySQL Server sia installato correttamente; apriamo un terminale e digitiamo:

mysql -u root -p

Ci verrà richiesta la password scelta durante l’installazione, la digitiamo ed entriamo nella parte ‘testuale’ del server.

Per facilitare il lavoro sui database, andiamo ad installare phpMyAdmin, applicazione che consente di amministrare in modo semplificato database di MySQL tramite un qualsiasi browser.

sudo apt-get install phpmyadmin

Alla prima schermata selezioniamo apache2 tramite la barra spaziatrice e spostiamoci su OK tramite il tasto TAB.

Alla seconda schermata premiamo invio su Sì

Alla terza e quarta schermata impostiamo la password dell’amministratore (root), utilizzando l’identica password immessa durante l’installazione di MySQL Server.

Alla fine dell’installazione verifichiamo che tutto funzioni; dal browser digitiamo http://nostro.indirizzo.ip.server/phpmyadmin oppure http://localhost/phpmyadmin se siamo in locale.

Tutto funziona correttamente….buon lavoro! Siamo pronti a testare CMS e molto altro..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: